Faccette dentali

Cosa sono le faccette dentali

Le faccette dentali sono sottili lamine in ceramica (da 0,2 a 0,8 mm) che si applicano sulla superficie dei denti e che permettono di cambiare forma, colore e inclinazione ai denti, conferendo un aspetto naturale ed una estetica eccellente.
Prima di applicare le faccette può essere necessario, ma non sempre, “preparare” leggermente il dente. La preparazione è tuttavia estremamente conservativa e si limita alla porzione visibile del dente a contatto con le labbra.
Le faccette dentali sono state ideate per correggere difetti estetici come discolorazioni, diastemi (spazio tra i denti), denti con otturazioni estese e denti non allineati.
Oggi le applicazioni si sono estese anche alla ricostruzione delle parti di dente distrutte a causa di abrasioni chimiche (esempio nei bulimici) o meccaniche (bruxismo).

Come si eseguono le faccette dentali

Quando si programma un cambiamento estetico del sorriso con faccette in ceramica è necessario pianificare il tutto in quattro o cinque giorni al massimo. Si stabilisce, dalla seduta per la preparazione fino alla cementazione che conclude il trattamento.
Il tutto è anticipato da due sedute importantissime.
Il primo appuntamento consente all’odontoiatra di valutare le richieste del paziente e di raccogliere i dati clinici (cartella estetico-funzionale) per dare le indicazioni al tecnico che realizzerà la ceratura diagnostica.
Durante la seconda seduta si realizza il mockup (prototipo) delle faccette e insieme al paziente si valuta l’effetto estetico.
Il passaggio successivo è la fase di preparazione (la limatura dei denti), si prende il calco della bocca e si consegnano le informazioni al tecnico che realizzerà queste sottili porzioni di dente in ceramica in 3 o 4 giorni di lavoro.
La porzione di dente rimossa è di pochi decimi di millimetro ed è così superficiale che spesso non è necessaria l’anestesia. Con le ceramiche di ultima generazione è possibile lavorare con spessori di 0,2/0,3 mm permettendo di realizzare le faccette anche parziali senza limare i denti.
L’ultima fase è la cementazione. La faccetta e il dente vengono uniti da un collante estremamente tenace. L’effetto finale è quello dell’unione tra due vetri invisibili (smalto-ceramica).
Il vantaggio principale delle faccette in ceramica nei confronti di qualsiasi altro manufatto protesico è il risparmio di tessuto dentale e l’elevatissimo risultato estetico. Il colore sarà stabile nel tempo e l’effetto naturale è amplificato dal passaggio della luce come avviene sul dente naturale.

Tempistiche

In una settimana al massimo avrete un nuovo sorriso.
La durata è molto simile a quella di un dente naturale.
Il mantenimento di igiene è uguale a quello dei denti naturali. I Pazienti bruxisti possono portare delle protezioni notturne.

Impegno economico

Il costo di una faccetta in ceramica (non preformata) può variare a seconda della difficoltà del caso.