Protesi dentale

Cosa sono le protesti dentali

La protesi dentale permette di restaurare o ricostruire elementi dentali distrutti o mancanti allo scopo di ripristinare funzione ed estetica con manufatti artificiali. Le capacità del dentista e del tecnico permetteranno di integrare la protesi con il resto della bocca e renderla naturale.
La protesi si suddivide come segue:

protesi_Pesaro

La Protesi fissa su impianti

Protesi_mobile_pesaro
Comprende tutti quei manufatti protesici che vengono avvitati o cementati agli impianti. Questo permette di sostituire uno o più denti mancanti senza ancorarci agli elementi attigui eliminando la necessità di limare i denti sani come avviene per la protesi fissa sui denti naturali. VAI AGLI IMPIANTI

La protesi Mobile

La protesi mobile riguarda ogni tipo di manufatto rimovibile (protesi totale o parziale). Costruita completamente in resina o rinforzata con metallo (scheletrato). In alcuni casi si abbina protesi fissa e mobile nello stesso paziente (protesi combinata), in altri casi si stabilizza la protesi mobile con gli impianti (overdenture).

Protesi fissa su denti naturali

Protesi_ceramica_pesaro

    1. Comprende ogni restauro o ricostruzione che viene cementata su denti.
      Le corone protesiche ricoprono completamente la parte esterna del dente e vengono eseguite per proteggere i denti devitalizzati da frattura o che hanno perso l’integrità strutturale ma anche per sostituire denti mancanti.
    2. Il ponte  è formato da almeno tre corone unite dove il dente naturale intermedio è assente. Questo permette di reintegrare uno o più denti assenti ancorandosi, in modo fisso, ai denti naturali.
    3. I materiali utilizzati sono vari. Il più conosciuto è la metallo-ceramica costituito da un guscio di metallo ricoperto completamente di ceramica, ma oggi abbiamo anche materiali molto più estetici come lo zirconio-ceramica o la ceramica integrale. Queste strutture prive di metallo (metal free) hanno un grande impatto estetico nel punto di passaggio tra la gengiva e il dente facendo scomparire l’alone più scuro presente alcune volte nella metallo-ceramica.

Come si esegue

Protesi_Pesaro
La protesi fissa su denti naturali si esegue limando la parte esterna del dente che verrà poi riprodotta con materiali più resistenti allo scopo di irrobustire il dente stesso o di utilizzarlo come ancoraggio per un ponte. Il dente limato assume la forma di un moncone sul quale verrà incollata la corona protesica. La parte di dente asportata varia in funzione del materiale utilizzato per riprodurre la corona e l’utilizzo di materiali ceramici integrali o rinforzati con zirconio vanno incontro sia all’esigenza di risparmio di tessuto dentale (riduzione dei costi biologici) che all’esigenza estetica, rendendoli ideali sia nei settori anteriori che posteriori. Dopo la fase di limatura e impronta ci sarà un breve periodo in cui il moncone sarà ricoperto da un dente provvisorio con lo scopo di proteggerlo e di non lasciare mai il Paziente in una condizione di disagio. Nei casi più complessi dove sono interessati più denti, l’utilizzo del provvisorio per diversi mesi permette di adattare “funzionalizzare” la struttura, alla funzione masticatoria e fonetica del paziente ma anche di cambiare l’estetica senza problemi. Questo prototipo personalizzato assume grande importanza in quanto racchiude tutte le indicazioni per riprodurre i denti definitivi senza commettere errori.

Invasività

Generalmente questo tipo di protesi viene eseguita su denti devitalizzati e per questo poco invasiva sia per  per la quantità di tessuto dentale asportato che per il dolore percepito. Un dente devitalizzato viene trattato senza la necessità dell’anestesia mentre un dente vitale deve essere quasi sempre anestetizzato.

Tempistiche

Il dente singolo può essere realizzato anche in due sedute:

  1. Prima seduta: limatura, impronta, provvisorio;
  2. Seconda seduta: test di precisione, personalizzazione colore, cementazione.

Questo Work-flow può essere messo in atto in tempi brevi solo in strutture che hanno internamente un laboratorio, come la nostra.

Convalescenza

Nessun disturbo

Vantaggi

La corona protesica è un guscio di protezione che riduce il rischio di frattura e la conseguente perdita del dente. Un dente, in questo modo, rimanere intatto per molti anni anche se devitalizzato.

Impegno economico

La parte protesica ha da sempre costi più importanti di altre branche dell’odontoiatria perché sono terapie che devono durare molti anni. Una grande variabilità di prezzi esiste tra i diversi medici e laboratori di protesi difficilmente giustificabili dai non addetti ai lavori. Le caratteristiche che incidono principalmente sui costi sono la precisione, l’estetica e i materiali.  Questi fattori influiscono molto sulla durata della protesi che se poco precisa comporta un maggiore grado di infiltrazione batterica ed un danno precoce sui monconi o sull’osso attiguo ad esso (danno biologico). Il risultato è il rifacimento precoce della protesi stessa con un aggravamento dei costi economici e biologici. Ad una protesi di alta qualità corrisponde una lunga durata, e rapportando il costo iniziale nel tempo, la spesa annuale risulterà più bassa (“chi più spende meno spende”).