Le sigillature dei solchi

0 15/07/2015

Che cos’è una sigillatura? La sigillatura consiste nell’applicazione di una vernice speciale lasciata indurire mediante l’utilizzo di una lampada foto polimerizzante. La vernice forma una barriera che copre i solchi profondi e le piccole fessure dei denti, dove è estremamente facile che la carie possa iniziare a svilupparsi. La sigillatura è una procedura clinica semplice, sicura ed efficace, ed è fortemente raccomandata. Quando vanno fatte le sigillature? Le sigillature vengono effettuate non appena i denti permanenti escono, tra i 6 e i 7 anni circa. I rimanenti possono essere sigillati di volta in volta che escono e questo può avvenire tra gli 11 e i 14 anni. Perchè fare le sigillature? A sei anni circa, vengono sostituiti gli incisivi da latte dai corrispettivi denti permanenti. I molari presentano una superficie masticatoria ricca di profondi solchi nei quali può infiltrarsi e rimanere intrappolata la placca, proprio per questo motivo sono esposti e soggetti alla formazione di carie. I primi molari permanenti erompono posteriormente agli elementi decidui e, in un cavo orale poco sviluppato come in quello dei bambini, sono particolarmente complessi da detergere in modo efficace durante le manovre di igiene orale domiciliare a causa anche di una limitata manualità del bambino. La prevenzione della carie nei solchi de

0 17/02/2015

Il chewing-gum allo xilitolo riduce il rischio di carie?

Il primo effetto è dovuto all’azione meccanica: il chewing-gum provoca la rimozione dei residui di cibo e di placca dalle superfici dentali e stimola un maggior flusso salivare, incrementando ioni bicarbonato che causano un incremento del pH della saliva e della placca; questi fenomeni promuovono il processo di remineralizzazione. Lo xilitolo è uno zucchero che ha una importante attività cario preventiva a lungo termine attraverso la riduzione della concentrazione dello streptococco mutans. Quindi: VERO !   Gabriele Bavosi

Posted in carie | Tags: , ,
0 17/02/2015

Impariamo a conoscere meglio la carie

Lo sapevi che la carie è una malattia infettiva cronica più diffusa al mondo? La carie è una malattia provocata da batteri, che determina la dissoluzione dei tessuti duri del dente: lo smalto e la dentina. Basta fare solo l’otturazione? Assolutamente NO la cura concepita come pulizia della cavità e successiva ricostruzione con Materiale opportuno rappresenta solo la terapia del segno clinico. Con altre parole fare solo le otturazioni è come curare una polmonite prendendo solo un antipiretico per la febbre senza assumere degli antibiotici specifici che combattano anche i batteri che la provocano. Quindi come si cura la Carie? Nel caso della carie non è possibile prendere antibiotici ma è necessario rimuovere quei fattori che vengono detti “eziologici” cioè le cause che provocano la carie stessa. I fattori che provocano carie sono molteplici e la malattia si sviluppa attraverso una complessa interazione nel tempo tra batteri acidogeni, zuccheri semplici e dalla saliva, altri fattori di rischio sono la scarsa igiene orale, un basso stato socioeconomico e le condizioni di salute generale La valutazione del rischio di carie risulta complessa e comprende fattori fisici, biologici, ambientali e comportamentali, quindi per una terapia complet