IDS 2015 – International Dental Show – Colonia 10-14 marzo 2015

0 08/04/2015

International Dental Show 2015

Una full immersion di cinque giorni nel top-event biennale del panorama dentale internazionale: oltre 2000 espositori e oltre 100.000 visitatori specializzati, provenienti da ogni parte del mondo. Il Centro Odontoiatrico Specialistico Dottor Bavosi non poteva certo mancare Fra novità, convegni e workshop abbiamo osservato, appreso e sperimentato per te gli ultimi prodotti e gli sviluppi del progresso tecnologico nel settore dentale.

Qualche esempio di cosa abbiamo visto?

  1. Una telecamera per le impronte dentali, al posto della classica impronta con pasta.
  2. L’ultima frontiera nella progettazione dei denti mancanti: acquisizione dell’immagine della bocca e ideazione nuovi denti al computer.
  3. Tecnologia radiologica 2D e 3D a basso dosaggio, per screening diagnostici utili alla valutazione dei siti implantari e dei trattamenti ortodontici.
  4. E per finire, pinze MAXI… ma non avere paura, non le compreremo!

  Un piccolo reportage fotografico     A breve tutte le novità che ha adottato lo studio Bavosi. Seguici!  

Posted in ids-colonia
0 08/04/2015

Igiene orale domiciliare

Se l’igienista ha un ruolo fondamentale per la salute orale, il Paziente non è da meno. I compiti del Paziente sono quotidiani e devono essere svolti con costanza: questo è quello che permette di avere uno stato di salute prolungato nel tempo.

Consigli per te

Iniziamo sostituendo i termini “igiene dentale” con “igiene della cavità orale”. Distinguiamo tre aree principali e specifichiamo gli strumenti adatti:

  1. Superficie esterna dei denti;
  2. Superficie interdentale (spazio tra un dente e l’altro);
  3. Guance e lingua.

1)Superficie esterna dei denti.

Lo spazzolino

Lo spazzolino deve avere setole sintetiche e di media durezza. Per spazzolare bene i denti è necessario considerare 2 fattori:

-tempo di spazzolamento: i denti devono essere spazzolati da 2 a 3 minuti;

-tecnica di spazzolamento personalizzata (manuale).

Tecniche di sp

Posted in Blog

0 17/02/2015

Il chewing-gum allo xilitolo riduce il rischio di carie?

Il primo effetto è dovuto all’azione meccanica: il chewing-gum provoca la rimozione dei residui di cibo e di placca dalle superfici dentali e stimola un maggior flusso salivare, incrementando ioni bicarbonato che causano un incremento del pH della saliva e della placca; questi fenomeni promuovono il processo di remineralizzazione. Lo xilitolo è uno zucchero che ha una importante attività cario preventiva a lungo termine attraverso la riduzione della concentrazione dello streptococco mutans. Quindi: VERO !   Gabriele Bavosi

Posted in carie | Tags: , ,
0 17/02/2015

Impariamo a conoscere meglio la carie

Lo sapevi che la carie è una malattia infettiva cronica più diffusa al mondo? La carie è una malattia provocata da batteri, che determina la dissoluzione dei tessuti duri del dente: lo smalto e la dentina. Basta fare solo l’otturazione? Assolutamente NO la cura concepita come pulizia della cavità e successiva ricostruzione con Materiale opportuno rappresenta solo la terapia del segno clinico. Con altre parole fare solo le otturazioni è come curare una polmonite prendendo solo un antipiretico per la febbre senza assumere degli antibiotici specifici che combattano anche i batteri che la provocano. Quindi come si cura la Carie? Nel caso della carie non è possibile prendere antibiotici ma è necessario rimuovere quei fattori che vengono detti “eziologici” cioè le cause che provocano la carie stessa. I fattori che provocano carie sono molteplici e la malattia si sviluppa attraverso una complessa interazione nel tempo tra batteri acidogeni, zuccheri semplici e dalla saliva, altri fattori di rischio sono la scarsa igiene orale, un basso stato socioeconomico e le condizioni di salute generale La valutazione del rischio di carie risulta complessa e comprende fattori fisici, biologici, ambientali e comportamentali, quindi per una terapia complet